RIGNANO FLAMINO: LA SENTENZA E’ VICINA

La sensazione è quasi irreale. Mancano meno di tre settimane alla sentenza, fissata per il 21 Maggio. Dopo quasi sei anni dalle denunce presentate dai genitori alla Compagnia dei Carabinieri di Bracciano sembra quasi incredibile che si stia per giungere ad un punto fermo. Almeno il primo.

Sul caso di Rignano Flaminio è stato scritto e detto di tutto, molto- forse troppo-  è stato omesso. Si è parlato di psicosi collettiva, contagio dichiarativo, isteria collettiva. Poi di famiglie (quelle dei bimbi) disagiate, addirittura di persone alla mera ricerca di un risarcimento economico.

Ancora in molti credono (incredibili a dirsi) che la vicenda si sia risolta in un nulla di fatto, una “bolla di sapone”, come hanno scritto in tanti.

Poco risalto è stato dato invece, a livello mediatico, alle perizie psicologiche cui sono stati sottoposti i bambini ed i genitori, ai luoghi e agli oggetti descritti minuziosamente dai piccoli ed effettivamente ritrovati, ai particolari fisici intimi di alcuni indagati raccontati dai bimbi, che in effetti hanno trovato riscontro, alle tracce di droga nei capelli ed ai referti medici di questi angeli, al loro incidente probatorio. Questo processo cioè non si basa solo sui racconti, ma su tutta una serie di evidenze e riscontri, fisici, psicologici, di luoghi, fatti, persone, testimonianze. Ma come si dice, non vi è peggior sordo di chi non vuol sentire…

Lunedì scorso a Tivoli hanno finito di discutere gli avvocati di parte civile. E se è vero che la vita ha tolto molto ai piccoli ex alunni della Olga Rovere, in questi anni ha dato loro la possibilità di incrociare nel loro cammino delle persone speciali. Leggi il seguito di questo post »

Annunci

MANICOMIO ITALIA: LE ULTIMISSIME DA……

Mentre ancora attendiamo che qualcuno ci spieghi perché il Comandante della Enrica Lexie abbia deciso di entrare in porto, in acque territoriali indiane, permettendo alle autorità locali di arrestare i nostri due fucilieri Salvatore Girone e Massimiliano Latorre (detenuti, lo ricordiamo, da oltre due mesi nella prigione di Trivandrum, nello stato indiano del Kerala), apprendiamo che lo Stato Italiano ha deciso di versare 10 milioni di rupie (oltre 140.000 euro) alle famiglie dei due pescatori della cui uccisione sono stati accusati proprio i nostri due marò, in servizio antipirateria sulla Enrica Lexie. Il Ministro della Difesa Giampaolo di Paola ha confermato la notizia, commentando “E’ stato un atto di donazione, di generosita’, ex gratia, al di fuori di un contesto giuridico”. Leggi il seguito di questo post »

RIGNANO FLAMINIO: E’ FINALMENTE TEMPO DI GIUSTIZIA?

 

Si è conclusa da meno di un’ora una giornata interminabile e densa iniziata stamattina poco dopo le nove al Tribunale di Tivoli. Una splendida giornata di sole, tersa, con il meraviglioso panorama che si stende a perdita d’occhio sino a Roma,  proprio davanti al Tribunale. Eppoi, stesso corridoio, ovviamente stessa aula, ma tanta tensione in più.  Una giornata ad alto impatto emotivo per tutti, nell’attesa della requisitoria del Pubblico Ministero e la relativa richiesta di condanne. Che puntualmente sono arrivate e che ormai conosciamo tutti: 12 anni di reclusione oltre le aggravanti per ciascuno dei 5 imputati: le maestre Silvana Magalotti, Marisa Pucci, Patrizia del Meglio, il marito di quest’ultima, l’autore televisivo Gianfranco Scancarello nonchè la collaboratrice scolastica Cristina Lunerti. Leggi il seguito di questo post »