PIERO MARRAZZO: CHI SARA’ IL PROSSIMO?

Mi sembra che in Italia ci sia un nuovo sport nazionale, quello di distruggere un avversario politico attaccandolo su vicende personali e private. La cosa sconcertante è che credo non si sappia se ad attaccare siano oppositori o colleghi di partito. Si è iniziato con Silvio Berlusconi, si continua con il Governatore del Lazio. Verrebbe quasi da pensare che siano manovre volte, oltre al “siluramento” del prescelto, a distrarre l’opinione pubblica da  fatti ben più importanti, anche se credo che chi non arriva a fine mese, difficilmente riesca a non pensarci. Non so come siano andate le cose, se il video ci sia o non ci sia e per quale motivo Piero Marrazzo abbia incontrato un transessuale  brasiliano, nè sono curiosa di saperlo. Penso però che la vita privata di una persona, qualunque essa sia, debba essere tenuta separata dalla vita professionale, pubblica o politica, laddove bene inteso non si commetta un reato e, cosa più importante,  ci si trovi tra adulti consenzienti. Non posso non pensare alla famiglia di Piero Marrazzo, credo stiano vivendo ore terribili. A loro va tutta la mia solidarietà. Mi auguro che possano ritrovare col tempo la serenità perduta e che, se è quello che desiderano, trovino la forza per restare insieme.

Annunci