ALESSANDRA MUSSOLINI COMUNICATO STAMPA SU INTERVENTO GIOVANARDI A RIGNANO FLAMINIO

 

Roma, 13:36

RIGNANO: A. MUSSOLINI, SCIOCCANTE INIZIATIVA GIOVANARDI

“E’ gravissimo che il sottosegretario, Carlo Giovanardi, abbia partecipato a un incontro in favore degli imputati nel processo per il delitto di pedofilia in corso a Rignano e abbia affermato che le maestre sono condannate soltanto dalla testimonianza di piccoli. Il tutto a pochi giorni dal pronunciamento del giudice”. Lo dice Alessandra Mussolini (Pdl), presidente della commissione bicamerale per l’Infanzia, che aggiunge: “Si tratta di una iniziativa intollerabile. In piu’, non dare valore alle testimonianze dei bambini va contro tutti i principi sanciti dalla Convenzione sui diritti del fanciullo di New York. Se passasse questa aberrazione sarebbe vanificata ogni indagine per i reati di pedofilia. E’ scioccante che un sottosegretario con delega alla famiglia possa prendere le parti degli imputati contro i bambini”.

Fonte: “La Repubblica.it

Conferenza Rignano Flaminio 22 Ottobre 2009: A CHI GIOVA…. GIOVANARDI?

Manifesto Conferenza 22 Ottobre 2009

Al Teatro Paladino di Rignano Flaminio, nonostante l’invasione di un numero non meglio specificato (credo fossero migliaia!!!!)di bigattini (vermi usati dai pescatori e dalle inaspettate doti podistiche) che non si è ben capito se siano accorsi attratti dai manifesti della Conferenza , è  andata in scena, ancora una volta,   “L’ arroganza del potere”.

 L’Onorevole Giovanardi, accompagnato da due o tre parlamentari sconosciuti ai più e che peraltro hanno tenuto a precisare di non voler assolutamente entrare nel merito della vicenda di Rignano Flaminio, a soli otto giorni dalla Udienza Preliminare ha ben pensato di partecipare a quella che hanno definito una conferenza stampa (anche se di stampa ce ne era ben poca e quella che c’era sicuramente poco obiettiva e male informata!!!) dal titolo :” Falsi Abusi a Rignano Flaminio”. Ribadisco quello che ho avuto modo di dire poco tempo fa: chi ha qualcosa di rilevante e concreto da dire, vada senza remore dal magistrato inquirente, che sarà ben lieto di ricevere delle “illuminanti” informazioni. Inviteri inoltre tutti coloro che iniziano un intervento (come il pediatra Modesto Mendicini-un nome una garanzia) dicendo che non sono psicologi, neuropsichiatri, psicoterapeuti e che oltrettutto non conoscono le carte, di evitare di parlare di argomenti che non gli competono e di cui non sanno, anche al fine di evitare brutte figure e  prodursi nonsensi…Ribadisco: a cosa e a chi è servito fare una conferenza sui falsi abusi nel paese dove questi sono avvenuti? Leggi il seguito di questo post »