Figli: così forti, così fragili.

Figli: una avventura fantastica. Un viaggio che inizia e non finisce mai. Ma anche un percorso complicato, fatto di dubbi, incertezze, sempre in divenire seguendo il loro crescere, cambiare. Mille perplessità che forse in altri ambiti non vivremmo, frutto dall’amore e dalla paura di sbagliare. I ragazzi sono creature fantastiche, forti, fortissimi ma anche estremamente fragili allo stesso tempo. Complicati, sicuramente più di quanto non lo fossimo noi alla loro età.

Ma questo è un tempo complicato, molto più complicato di quanto non fosse venti , trenta o quarant’anni fa. E viene da sorridere, a fare questi discorsi, perchè tornano alla mente gli sbuffi e l’insofferenza che provavamo da ragazzini quanto sentivamo dire agli adulti oppure agli anziani :” Eh, ai miei tempi…”

Eppure è così.  Perchè il tempo passa e le cose cambiano. Sempre. Per alcuni versi in meglio, ma per troppe altre veramente in peggio. Quando ero bambina io, si  viveva una vita reale. I giochi lo erano, i passatempi lo erano. Reali come le ginocchia perennemente sbucciate per le innumerevoli cadute dalla bicicletta. Come le giornate trascorse in giardino o al parco, dopo i compiti, a giocare con gli amici. E poco importava essere alti o bassi, magrissimi oppure in carne. Neppure le differenze sociali erano così importanti. O le possibilità economiche. L’educazione era,per grandi linee, per tutti la stessa. Oggi sembra impensabile, eppure non esisteva il cellulare, non c’erano giochi elettroni, Facebook o Whatsapp. Si giocava, si studiava, e ci si preparava al futuro. Una vita reale, più semplice forse, sicuramente concreta.

Vi abbiamo consegnato un mondo bislacco ragazzi cari. Troppo spesso soli con i vostri  videogiochi,persi nella vostra realtà virtuale. Vi abbiamo raccontato che bisogna essere tutti alti, belli, magri tonici e muscolosi. Vincenti e vittoriosi ad ogni costo. Che il fine giustifica i mezzi, sempre. E che conta solo arrivare, non importa come. Ma non è così. Non è affatto così.

La vita, ogni vita, è un dono grandissimo, immenso. Un percorso da vivere il più possibile con gioia, con emozione, stupore. Ed ognuno di voi è unico, irripetibile. Non sarete amati o messi da parte per un chilo o qualche centimetro in più o in meno. Lo sarete per la vostra testa, il vostro cervello, l’ironia. La capacità di dare e ricevere amore, amicizia. L’intelligenza che dimostrerete nell’affrontare la vita. La capacità che avrete di stupirvi, di stupire. La caparbietà e la tigna che metterete nel prenderla di petto questa bislacca e bellissima vita.

Facciamolo insieme questo percorso. E aiutateci a tenervi la mano. A volte non riusciamo a raggiungervi quando vi nascondete. Dite quello che pensate, quello che provate. Non fate passi indietro, ma solo passi avanti. E se non riusciamo a sentirvi, parlate più forte, e vedrete che qualcuno ascolterà.  La confusione e le incertezze fanno parte dell’uomo. E lo smarrimento che a volte provate, lo abbiamo provato anche noi prima di voi. Con modalità diverse, certo, meno complicate forse.

Gli adulti non sono perfetti. Il mondo non lo è. Ma la vita è una avventura fantastica, davvero. Non rinunciate a viverla. Mai.

Annunci